Milano Fashion Week, presentazione della Spring Summer 2018

Milano Fashion Week, presentazione della Spring Summer 2018

Dopo Londra si è chiusa la settimana della moda a Milano. Già tutto il mondo del fashion è proiettato a Parigi, altra location di alto prestigio ma ciò che è stato visto a Milano lascia certamente il segno per quello che indosseremo nella prossima Primavera Estate 2018.

Tutto condito da numerosissimi eventi ed anche tributi come quello a Carla Sozzani, una delle donne che manca molto a tutti i marchi di moda italiani e non, Laura Biagiotti, signora degli abiti bianchi mancata pochi mesi fa ed anche quello ai vent’anni dalla morte di Gianni Versace, uno dei signori che a Milano ha creato e dato tanto e che ancora oggi vive negli abiti della sorella.

In tutto questo turbinio di catwalk, presentazioni e show sono state registrate le tendenze principali a cui attingere per essere alla moda nella stagione Spring Summer 2018, l’imperativo per tutti è la femminilità!

 

Anni ’80

Sembra non tramontino mai, gli anni ’80 sono stati certamente una fucina di stili e di mode a cui ancora oggi si continua a pescare ed anche su tante sfilate si sono visti in alcune caratteristiche ben precise.

Tra i colori si useranno soprattutto per la maglieria e i capispalla i colori fluo come giallo e rosso. Persino Giorgio Armani ha usato questi colori così intensi.

Anche in molte giacche si sono viste le spalle preformate che furono uno dei must degli “eighties”.

Tailleur

Eccolo ricomparire il coordinato gonna-giacca ma soprattutto pantalone e giacca. Certamente con nuove forme e simmetrie ma comunque stessa stoffa e stesso colore per un outfit perfetto per l’ufficio ma anche per il tempo libero per chi ama sempre una certa eleganza.

Abiti

Per gli abiti ecco la sottoveste ritornare prepotentemente oppure vestiti estremamente morbidi con gonne ampie e vaporose e spalle libere. Quindi morbidezza, morbidezza e ancora morbidezza la differenza tra giorno e sera la fanno i tessuti ed i colori, sembra sia finita l’epoca di abiti fascianti o a sirena.

Gonna o pantaloni?

Le sfilate rivelano una tendenza verso la femminilità, tantissime gonne ed abiti, ma non dimentichiamocelo, il pantalone è pratico e si continuerà sempre ad usarlo, il segnale è però molto preciso, basta mini o microgonne. La gonna è appena sopra al ginocchio o ai piedi, morbida oppure a palloncino e questa linearità e praticità la si vede anche nei pantaloni.

Scarpe

Sembra sia finito il tempo del plateau. Tacchi alti sì ma alla maniera tradizionale, quindi bisogna pensare a come riprendere a camminare “sui trampoli” senza quell’aiuto che per alcune è stato provvidenziale. Se invece preferite la scarpa flat, nessun problema, ancora grande spazio alle sneaker o a sandali raso terra. Si punta sulla caviglia, lacci, fasce che se non avvolgono completamente il piede, sono certamente sulla caviglia.

 

 

Colori e fantasie

Oltre ai colori fluo di cui abbiamo già visto largo al rosso sempre presente, dal lampone al fucsia, poi il bluette, l’azzurro, il giallo anche limone, il bianco onnipresente ed ancora argento e toni metallizzati.
E poi fiorati, anche Armani su bluse e pantaloni mentre D&G eccedono come nel loro stile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *