Viaggiare con il cane, manuale d’uso

Viaggiare con il cane, manuale d’uso

Si avvicina il periodo delle così tanto attese vacanze e fortunatamente le campagne contro l’abbandono degli animali domestici sono sempre più numerose.

Quando si adotta un animale si deve tenere ben presente che va gestito in maniera responsabile sempre e soprattutto con particolari accorgimenti nei periodi estivi.

dog-773439_1280Oggi è diventato sicuramente più facile viaggiare in Italia con i nostri amici a quattro zampe, sempre più strutture alberghiere si sono attrezzate per ospitarli anche se devo ammettere che esiste ancora un forte pregiudizio sulle taglie medio grandi, e ve lo posso dire per esperienza personale visto che viaggio sempre con la mia Terranova e la mia Labrador, ma questo è dovuto esclusivamente ad una disinformazione culturale cinofila, spesso i cani, più sono grandi e più sono tranquilli.

In ogni caso è importante far valere sempre la regola del buon senso e che il cane di qualunque taglia, sia ben educato e che i proprietari siano sempre rispettosi nei confronti delle persone che ancora oggi hanno problemi a condividere degli spazi con degli animali.

Ma quali sono le soluzioni per viaggiare insieme a loro e vivere serenamente questo momento tanto agognato?

Personalmente ho deciso di adattare le mie vacanze in modo da poter portare sempre con me i miei amati cani. Viaggio in auto e le mie destinazioni sono sempre verso strutture alberghiere dove è possibile ospitarli con tranquillità e se scelgo una destinazione al mare, mi informo sempre se ci sono spiagge dove è possibile accedere anche con loro.

Esistono dei siti che ti propongono soluzioni ad hoc in base alle località scelte, con tutti gli elenchi di spiagge e luoghi adatti e accessibili ai nostril fedeli amici.

Ma se non è possibile viaggiare in auto e la vostra meta è fuori dall’Italia e dovete utilizzare necessariamente trasporti pubblici, come aerei, treni e navi, è necessario informarsi sui regolamenti delle compagnie di trasporto, rivolgersi al Consolato delle nazioni ove si intende andare ed osservare le nuove diposizioni della Unione Europea.

Prima di tutto, programmare per tempo il viaggio in modo tale da adempiere agli obblighi sanitari e procedere alle eventuali vaccinazioni necessarie, alcune da fare qualche mese prima della partenza.

Dal 2004 tutti i cani e gatti accompagnati da persona fisica di riferimento, per viaggiare in Europa e verso Stati terzi, devono avere il Passaporto per animali da compagnia “ Pet Passport” , quindi è importante informarsi per tempo presso l’Azienda Sanitaria Locale di competenza.

Dog-in-Car-1024x768AEREO
Se viaggiate in aereo al momento l’unica soluzione, per quasi tutte le compagnie, è quella della collocazione del vostro animale in stiva, soluzione che non amo particolarmente e che spero sia prima possibile sostituita dall’alloggiamento in cabina, come da decisione della compagnia americana Delta che, dallo scorso marzo non trasporta più cani nella stiva, fatta eccezione ancora dei cani di grossa taglia che però viaggiano con personale addetto al loro comfort ed alla loro sicurezza. In caso di scali intermedi, informatevi preventivamente sugli obblighi sanitari anche dei Paesi dove si svolgono detti scali.

In merito all’accesso a bordo, non esiste una regolamentazione unica, ogni compagnia può stabilire le proprie regole; le dimensioni del traportino, il numero degli animali accettati in cabina, o la possibilità di farli uscire o meno dal loro ricovero.

Fino ad ora negli Usa e in Europa è concesso viaggiare in cabina con i loro proprietari o custodi solo ai cani di servizio come i cani guida per non vedenti purché muniti di guinzaglio e museruola.

dog+on+train+tracksTRENO
Dal 1° dicembre 2008 è possibile viaggiare in treno con il proprio animale.

I cani di piccola taglia, gatti e altri piccoli animali da compagnia sono ammessi gratuitamente su tutti i treni purché siano all’interno dell’apposito trasportino (misura max70x30x50 cm)

Su quasi tutti i treni, i cani di qualunque taglia sono ammessi a pagamento, previo riservo del posto al momento dell’acquisto del biglietto, purché muniti di guinzaglio e museruola e generalmente collocati insieme al proprietario nell’ultima carrozza della 2° classe, o nelle cuccette e nei vagoni letto e mi raccomando, non dimenticate di portare con voi il certificato di iscrizione anagrafica canina da mostrare in caso di richiesta da parte del personale addetto al trasporto.

NAVE E TRAGHETTO
Anche per viaggiare in nave e traghetto esistono regole che possono variare in base alle compagnie.

Alcune richiedono il certificato di buona salute per cani ed il vaccino antirabbica.

Premesso che i cani debbano viaggiare sempre con guinzaglio e museruola, sui traghetti, i cani di piccola taglia possono restare in cabina con i proprietari, mentre, i cani di media e grossa taglia possono alloggiare in appositi spazi riservati a bordo o con il proprietario sul ponte.

A questo punto spero di avervi fatto un po’ più di chiarezza e che i miei consigli possano servirvi per trascorrere delle meravigliose vacanze insieme ai vostri amati pet!

Per qualsiasi altra informazione non esitate a contattarmi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *