Adottare un cane: il Terranova

Adottare un cane: il Terranova

Ricordo, ancora come se fosse ieri, un tema che la mia maestra delle elementari ci chiese di fare sul nostro animale preferito ed io senza ombra di dubbio raccontai del “cane orso” visto un giorno per caso in un giardino vicino a casa mia.

dog-731546_1280Fu amore a prima vista, feci mille domande al padrone chiedendogli che animale fosse e lui, con adeguata semplicità lessicale, mi raccontò di questo cane enorme che amava i bambini e che gli piaceva tanto nuotare perché aveva le zampe come quelle delle papere: era il Terranova.
Chiesi alla mia mamma se potevamo prenderne uno e lei mi guardò dolcemente e mi disse che avrei potuto prenderlo solo da adulta e solo se fossi andata ad abitare lontano dal centro di Torino in una bella casa in campagna. Non riuscii proprio a capire quella frase, per me era un orsacchiotto con il quale addormentarmi abbracciata, con il quale giocare a cavalluccio e che mi avrebbe protetto da ogni bambino cattivo… ma soprattutto, considerato il mio terrore dell’acqua alta, finalmente avrei potuto nuotare al mare protetta da questo cane orso papera!

Insomma il mio cane doveva essere così, molto grande, molto peloso e morbido, molto buono, molto protettivo e grande nuotatore.

In effetti il mio immaginario di bambina non andò molto lontano dalla realtà perché il Terranova è veramente un cane con queste caratteristiche.

Alcune leggende lo citano come “cane orso” importato in America dai Vichinghi , altre come discendente del Mastino del Tibet che arrivò in America attraverso gli antichi indiani americani per l’impiego nella caccia, per il traino, per la pesca e per la guardia ai villaggi. In una ricerca più moderna pare che le vere selezioni del Terranova siano partite da accoppiamenti di una razza denominata cane di St John’s tra il XXVIII e XIX secolo, utilizzata dai pescatori per il recupero in mare delle reti e dai cacciatori per il riporto della selvaggina.

Oggi è famosissimo come “cane – bagnino”, infatti è una delle razze più utilizzate per il soccorso in acqua grazie alle sue caratteristiche fisiche, come le zampe palmate, il pelo impermeabile e la grande coda che utilizza come timone.

Dal punto di vista caratteriale è un cane molto dolce e legatissimo alla sua famiglia umana che protegge facendo valere la sua imponente mole, mettendosi in mostra con un portamento fiero.

Contrariamente alla sua stazza, non necessita di grandi spazi in cui vivere perché il suo bisogno assoluto è quello di stare a contatto con il padrone con il quale ama condividere qualsiasi momento della giornata, infatti, se si ha poco tempo da dedicargli, il Terranova è il cane sbagliato.

Tra i cani di grande taglia è tra i più longevi, è robusto, delicato solo nei primi mesi di vita come tutte le razze ad accrescimento rapido, ma necessita di grande cura il suo splendido mantello che deve essere regolarmente spazzolato ogni settimana e dopo ogni nuotata, però a pelo asciutto.

asiaE’ adatto a vivere anche con altri animali, la sua indole gli permette di andare d’accordo con tutti, e la sua grande pazienza gli permetterà di sopravvivere anche ai bambini più maldestri!!

A questo punto non posso far altro che dirvi che la mia storia personale è a lieto fine… Dovetti aspettare di diventare adulta e di abitare in campagna, ma nel 2002 adottai finalmente una cucciola di Terranova che chiamai Asia, il sogno di una vita si realizzò con lei, anche se, la più grande aspettativa fu delusa dal suo terrore per l’acqua alta, ma come si sa, i cani assomigliano ai padroni (ne parleremo in seguito).

Vi posso assicurare però che tutto il resto è riuscito a cancellato questa lacuna. Abbiamo vissuto momenti bellissimi insieme, la portavo ovunque con me.

Abbiamo viaggiato e visto tanti posti, ci siamo adattate insieme ai cambiamenti che la vita ci ha riservato ed abitato anche in un monolocale !!! Insomma posso dire che aspettare tanti anni per averla … ne è valsa veramente la pena e con grande orgoglio annuncio che il 31 maggio 2016 la mia dolce Asia compie 14 anni! Un po’ testarda ed acciaccata dall’età, ma con la forza e lo spirito di una cucciola continua a regalarmi ogni giorno una gioia immensa e sono certa che se la vostra scelta seguirà la mia, sarete anche voi ricompensati dal suo grande amore e con un po’ di fortuna potrete anche nuotare insieme!

Buon compleanno mio amato dolce “cane orso papera”.

A presto, Mary.

Per qualsiasi altra informazione non esitate a contattarmi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *